Il mio blog personale

Autore: MarcoSgnaolin

Burioni

Pensate solo un attimo a chi avete affidato il vostro pensiero e la vostra salute in tema di pandemia. Imbarazzante!

Sulle fake news

Ho visto molte più fake news dai cosiddetti professionisti dell’informazione nell’ultimo anno che dai complottisti. Fate molta attenzione, tenete un occhio vigile perché questi ci stanno intortando alla grande.

È così difficile trovare un tema free per WordPress

Credo che si sia perso molto lo spirito dei primi anni di WordPress, dove il meglio lo trovavi free. Oggi i temi non li fa più lo sviluppatore nerd dalla sua stanza, ma grandi aziende spesso divenute grandi proprio grazie a un tema che ha avuto un grande successo. Complimenti a loro, sono sincero. Ma oggi un tema è un panettone di plugin, accordi commerciali tra produttori di temi e di plugin e la barra della funzionalità minima si è alzata considerevolmente.

Pur capendo come siamo arrivati a questo punto, devo dire che non mi piace. Per come la vedo io, un tema deve fare poche cose e farle bene. Non ci piace? Ne prendiamo un altro. E invece oggi più che un tema ti stanno vendendo un contenitore di temi. 60 demo per siti tutti identici per scatenare una tempesta di megabytes sui poveri smartphone dei visitatori. Frasi insensate scritte a carattere gigantesco appena entri, effetti di scroll, video nei video, mappe, animazioni.

Aiuto, ridatemi il vecchio web e i vecchi temi free di WordPress!

Una breve riflessione su Factorio

Se non avete mai giocato a Factorio, siete perdonati. Dovete essere un po’ nerd, un bel po’ nerd, per conoscerlo ma soprattutto per averlo comprato. Ma se lo siete e se lo avete fatto, credo che come me ci avrete passato sopra qualche migliaio di ore.

Factorio è ordine, pianificazione, uso efficiente delle risorse. È un gioco quindi nasce per divertire, però è molto di più perché ripaga chi ha saputo pianificare e costruire un centro industriale efficiente. In Factorio siete un omino finito su un pianeta sperduto con poche risorse a disposizione e un piccone. Da lì deve costruire macchine, estrattori, accumulatori di energia, processori, lunghe catene di montaggio, e tutto mentre dovrà difendersi dagli abitanti del luogo, che saranno una sorta di Zerg famelici poco ospitali. Quanto più inquinerete l’aria del pianeta, tanto più questi autoctoni aumenteranno la loro ferocia scagliandola contro di voi e le macchine che avrete costruito.

Un gioco incredibilmente intelligente e divertente, anche se a volte frustrante. Ma appena vi accorgerete che una attenta pianificazione vi avrebbe risparmiato ore e ore di frustrazione, ne uscirete persone migliori.

Grazie per avermi fatto visita! - Marco Sgnaolin